Consenso privacy
 
Home
|
Chi siamo
|
Prodotti
|
Informazioni
|
Biblioteca
|
Articoli
|
Erbario
|
Condizioni di vendita
|
Cestino
|
Cerca
|
Contatti
 
Dalla Newsletter del Luglio/Agosto 2004
Tutti i nostri articoli
Versione stampabile

DIFENDIAMOCI DAGLI INSETTI CON SOSTANZE NATURALI


GeranioLa presenza degli insetti in un ecosistema naturale in equilibrio è senz'altro utile e indispensabile, poiché essi hanno un ruolo ben definito e svolgono diverse funzioni essenziali: basta pensare all'azione di impollinatori che svolgono moltissimi insetti, senza i quali la riproduzione di molte piante sarebbe impossibile. Inoltre l'intervento di organismi inferiori e di microrganismi consente la degradazione del materiale organico che viene immesso nell'ambiente; esso, infatti, è formato da molecole complesse che vengono trasformate in unità elementari più semplici, adatte per essere assorbite dalle piante, che riescono così a sottrarre all'ambiente stesso grandi quantità di sostanze organiche che diversamente si accumulerebbero pian piano, con gran danno per l'ecosistema, che non potrebbe restare in equilibrio.

Non dobbiamo dimenticare inoltre che i piccoli insetti, fra cui le zanzare, sono il cibo di molti uccelli e anfibi, e di diversi piccoli rettili, quindi trovano una loro collocazione nell'economia della Natura: costituiscono, infatti, un importante anello della catena alimentare, per cui sarebbe disastroso per l'ecosistema se venissero distrutti fino all'estinzione.

La presenza di insetti tuttavia non è molto gradita all'uomo, specialmente in alcune aree geografiche con determinati climi e particolari tipi di vegetazione, a causa della tendenza di alcuni di essi a pungere proprio l'uomo, oltre che molti animali, per cui da sempre si è sentita l'esigenza di difendersi dagli insetti, sia per ragioni igieniche (pensiamo solo alle mosche!), sia per evitare i fastidi derivati dalla loro puntura, sia perché attraverso la puntura stessa possono venir trasmesse numerose malattie, talvolta anche gravi, come la malaria, la leishmaniosi, la malattia del sonno, la febbre gialla, eccetera, tutte malattie il cui agente eziologico è trasmesso tramite puntura di un insetto specifico.

Ma anche senza riferirci necessariamente a casi così gravi, è sufficiente pensare al fastidio che ci provoca la puntura di una zanzara, per valutare positivamente qualunque difesa possiamo mettere in atto per evitarla! Chi non ha trascorso, infatti, qualche notte a dare la caccia a questi fastidiosi insetti, per cercare di addormentarsi tranquillamente senza sentire ogni tanto il loro micidiale ronzio che ci impediva di prendere sonno; oppure si è svegliato per l'intenso prurito provocato dalla puntura della zanzara femmina che, ormai sazia del nostro sangue che le permetterà di portare a maturazione le sue uova, si è allontanata indisturbata ma pronta ad essere sostituita da numerose altre sue simili!

Le punture di zanzara possono dare reazioni più o meno importanti, a seconda della sensibilità individuale: dal semplice prurito, al bruciore, all'eritema, fino ai casi più gravi in cui si manifesta edema e infezione. Le punture di api, vespe, tafani sono più dolorose e talvolta danno anche reazioni allergiche, producendo ponfi molto evidenti, e possono causare, in casi più rari, anche uno shock anafilattico, che richiede un intervento immediato per cui è bene recarsi al pronto soccorso.

Per evitare la puntura degli insetti sono state studiate delle molecole di sintesi, gli insettorepellenti, che possono essere applicate sulla cute, a differenza degli insetticidi che si spargono nell'ambiente.
La loro innocuità tuttavia non è proprio totale; dobbiamo pensare, infatti, che gli insettorepellenti vanno applicati sulla pelle dell'uomo, del bambino, della donna (magari durante la gravidanza e l'allattamento), e la loro struttura chimica è tale da avere una spiccata affinità con le sostanze grasse della pelle (azione lipofila), per cui è facile che si crei qualche problema per la salute: basta pensare che la loro struttura ne consente un facile passaggio attraverso la barriera ematoencefalica, dando luogo a fenomeni di accumulo dalle conseguenze non ancora note.
Inoltre sarebbe difficile impedire ad un bambino, che è stato cosparso di insettorepellenti di sintesi, di toccarsi e mettersi le mani in bocca, poiché si sa che i bambini sono abituati a toccare tutto e a succhiarsi anche le dita!

Bisogna valutare quindi il rapporto rischio-benefici, quando si decide di utilizzare queste sostanze: se dobbiamo recarci in zone in cui la puntura di qualche insetto ci espone a contrarre una malattia grave, possiamo, con tutte le cautele del caso, rivolgerci agli insettorepellenti di sintesi; ma se dobbiamo semplicemente evitare la puntura di qualche zanzara o moscerino, che ci provoca solo fastidi, in questo caso possiamo ricorrere a prodotti formulati con materie prime naturali, che attingono soprattutto agli oli essenziali, la cui azione è leggermente più blanda, ma molto più sicura per la nostra salute.

Sin dai tempi più remoti, in effetti, l'uomo ha cercato nella natura stessa le difese contro gli insetti, osservando che molte piante si difendevano dagli altri animali aggressivi con le loro stesse secrezioni odorose, gli oli essenziali appunto.
Oggi c'è un grande interesse intorno a queste sostanze vegetali, che sono innocue e allo stesso tempo efficaci e maneggevoli, e che possono essere estratte e lavorate attraverso moderne attrezzature e tecniche di laboratorio avanzate, che la ricerca scientifica è ormai in grado di garantire.

MelissaGli oli essenziali più utilizzati sono estratti soprattutto da alcune piante, che si sono rivelate le più adatte ed efficaci, come ad esempio la Citronella, la Lavanda, il Geranio, il Limone, la Melaleuca (Tea Tree), la Melissa, il Basilico, il Bergamotto, l'Eucalipto.
I più utilizzati sono certamente la Citronella e il Geranio, le cui essenze si sono rivelate le più efficaci per tenere lontani gli insetti, specialmente le zanzare: entrano infatti nella composizione di lozioni, creme e spray da applicare sulla cute come repellenti naturali anti-insetti, oppure si utilizzano per confezionare candele e incensi che, bruciando, emanano il caratteristico aroma non gradito agli insetti, tenendoli lontani.
Spesso si utilizzano delle miscele di diverse essenze, che potenziano l'effetto finale e rendono il prodotto ancora più efficace.

Il profumo intenso e penetrante di queste essenze è gradevole per l'uomo ma è sgradito agli insetti; la loro natura oleosa li renderebbe tuttavia poco pratici da usare, per cui sono stati approntati dei preparati da utilizzare come repellenti anti-insetti, in diverse forme, sia da diffondere nell'ambiente che da applicare direttamente sulla pelle.
La moderna cosmetologia naturale, infatti, è in grado di fornire preparati funzionali più compatibili con le esigenze poste dai contatti umani e allo stesso tempo più biodisponibili per applicazione cutanea, garantendo anche un'azione più duratura nel tempo.

L'impiego di sostanze veicolanti e solubilizzanti consente di incorporare le essenze oleose, che sarebbero sgradevoli se poste direttamente sulla pelle proprio per la loro untuosità, in veicoli acquosi o cremosi, o fluidi con la consistenza di un latte spalmabile o di un gel.
I preparati in soluzione acquosa possono essere spruzzati efficacemente sia sulla pelle che nell'ambiente.

Per la diffusione nell'ambiente sono anche molto pratici i diffusori, che esistono di due tipi: uno sfrutta il calore di una piccola candelina posta sotto un contenitore, in cui si mette acqua con l'essenza scelta, per diffondere col calore nell'ambiente circostante il profumo dell'olio essenziale volatile; un altro tipo si collega ad una presa di corrente, e quando viene acceso l'ampollina che contiene un olio mischiato con l'essenza si riscalda emanando la fragranza che permea tutto l'ambiente, tenendo così lontani gli insetti e contemporaneamente profumando l'ambiente in modo naturale e privo di tossicità.

Usare un insettorepellente quindi non è più un'azione sgradevole o, peggio, rischiosa: oggi è sicuramente possibile rispettare l'equilibrio fra salute, natura ed efficienza, per proteggere bambini e adulti con le essenze che la Natura ci fornisce.

Dott.ssa Marina Multineddu

Il nostro assortimento di Prodotti contro zanzare e insetti

Condividi:


Indietro       Torna su