Consenso privacy
 
Home
|
Chi siamo
|
Prodotti
|
Informazioni
|
Biblioteca
|
Articoli
|
Erbario
|
Condizioni di vendita
|
Cestino
|
Cerca
|
Contatti
 
Dalla Newsletter del Luglio/Agosto 2008
Tutti i nostri articoli
Versione stampabile

DAL MONDO VEGETALE UN AIUTO ALLA BELLEZZA: LE SOSTANZE NATURALI NEI COSMETICI ERBORISTICI


Fiori di TiarèAnche questo mese vorrei trattare un argomento abbastanza "leggero", che non ci impegni troppo durante il periodo tradizionalmente dedicato alle vacanze, sia che ci rechiamo in lontani luoghi di villeggiatura, sia che decidiamo di trascorrerle vicino alla nostra residenza, come capita spesso a noi che operiamo in Sardegna, poiché abbiamo il privilegio di godere di luoghi stupendi, come i paesi dell'interno ricchi di cultura e tradizioni uniche, boschi in cui la natura ha il sopravvento, monti dove gli ampi spazi e i silenzi ci confortano e ci rigenerano; o le nostre rinomate spiagge dal mare trasparente come cristallo turchese o smeraldo.
Parleremo degli estratti cosmetici vegetali che troviamo spesso nei prodotti erboristici utilizzati abitualmente, così da capire quale sia la loro funzione e con quale meccanismo essi agiscano.

Considerata la stagione, iniziamo dai prodotti solari, che proteggono la nostra pelle dalle radiazioni nocive che potrebbero danneggiarla, macchiarla, ustionarla, o farla invecchiare precocemente.
La funzione principale delle creme solari è naturalmente la protezione, in particolare dai raggi UVA e UVB: radiazioni della luce solare che arrivano sulla terra attraversando l'atmosfera e lo strato di ozono.
I raggi UVB hanno una corta lunghezza d'onda, per cui non riescono a penetrare in profondità nella pelle: si fermano all'epidermide, lo strato più superficiale della pelle. Il loro ruolo è però estremamente importante nella difesa contro le radiazioni ultraviolette, poiché stimolano le cellule dello strato germinativo, posto al confine fra epidermide e derma, a produrre melanina (melanogènesi), quindi sono responsabili della reazione di difesa della pelle che consiste proprio nel produrre l'abbronzatura. I raggi UVB tuttavia, se ci esponiamo al sole in modo eccessivo sin dai primi giorni senza una protezione adeguata, specialmente nelle ore centrali della giornata, sono i responsabili delle ustioni e degli eritemi solari.
I raggi UVA invece, a lunghezza d'onda più lunga, riescono a penetrare più in profondità nella pelle, fino al derma, dove, se l'esposizione è irrazionale ed eccessiva, possono provocare danni più gravi, come melanosi (macchie scure), rilassamento cutaneo, rughe, e anche melanomi (cancro della pelle).

I prodotti solari erboristici contengono sostanze naturali che hanno la capacità di trattenere parte delle radiazioni UVA e UVB, come l'Olio di Crusca di Riso, che si ottiene dal Riso germinato e dalla sua crusca. L'Olio di Crusca di Riso ha notevoli proprietà nutrienti, per la ricchezza in vitamina E e Gamma-orizanolo; quest'ultimo in particolare agisce da filtro naturale in special modo verso i raggi UVA.
Ingredienti molto impiegati sono l'olio di Oliva e l'estratto delle foglie dell'Olivo, l'acido oleanolico, che si è rivelato essere un buon protettivo contro le radiazioni UVB, grazie anche alla sua azione antiossidante che, aiutando a diminuire l'azione nociva dei radicali liberi, previene la formazione di rughe e rughette.

Mallo di NoceMolto utilizzati sono anche l'estratto di Carota e di Mallo di Noce. Il primo è ricchissimo in betacarotene, il precursore della vitamina A, che conferisce alla pelle una calda tonalità ambrata. Dal Mallo di Noce, l'involucro verde carnoso che protegge la Noce, si ricava un estratto caratterizzato da una sostanza, lo juglone, che reagisce con la cheratina presente nella pelle, donandole una colorazione bruna.
Il Mallo di Noce è utilizzato anche nei prodotti destinati ai capelli, come lo shampoo; questo perché il Mallo della Noce è un buon astringente che agisce sulle ghiandole sebacee poste alla base dei capelli, riducendone e normalizzandone la secrezione grassa, se essa è eccessiva. Il Mallo di Noce si utilizza anche come riflessante bruno per i capelli, da solo, o miscelato all'hennè per mitigare il suo riflesso rosso intenso. (vi rimando all'articolo del Giugno 2002).

AmarantoUn ingrediente meno comune ma molto prezioso è l'olio di Amaranto, che si ricava da una pianta che ha una diffusione planetaria e alle nostre latitudini è addirittura infestante degli orti estivi. Essa ha dato il nome al colore "amaranto", che indica una tonalità rosso vivo. Era estratto dalle spighe e dalle foglie di questa pianta, che produce piccoli e numerosissimi semi, anche 100.000 per ogni singola pianta, ricchi di un olio che vanta un'interessantissima caratteristica rispetto agli altri oli vegetali: grazie infatti all'alto contenuto di acido oleico, acido linoleico, squalene e tocoferoli, è quello che più si avvicina alla composizione dei lipidi dell'epidermide.
Per questo motivo è particolarmente apprezzato come principio attivo che migliora la resistenza della pelle, proteggendola dai raggi UVA, di cui sa ritardare la temuta azione d'invecchiamento.

La Palma da Cocco produce grandi frutti dalla polpa bianca, detta Copra, da cui si estrae un grasso dalla consistenza simile a un burro di colore avorio, pastoso a temperatura ambiente, largamente utilizzato nel settore della cosmetica naturale, in virtù della sua capacità di nutrire, proteggere e compattare l'epidermide del corpo, e di ammorbidire, nutrire, idratare, proteggere, lucidare e setificare i capelli.

Macerando nell'olio di Copra i fiori di Tiarè (Gardenia tahitensis), con la tecnica dell'enfleurage (nome francese che indica la tecnica di estrazione di profumi ed aromi termolabili da droghe fresche, con la loro macerazione in un supporto grasso, dal quale verranno poi separati) si ottiene il famoso Monòi, ingrediente tipico della tradizione polinesiana, dal ricco profumo intenso e caratteristico, vero e proprio prodotto di bellezza completamente naturale, che con i suoi acidi grassi e fitosteroli vegetali è capace di incrementare l'idratazione cutanea, rassodare ed elasticizzare la pelle del corpo e renderla più morbida, liscia e vellutata.
Il Monoi è l'ingrediente di creme idratanti per il corpo, burri vegetali nutrienti per pelle e capelli, ma anche per bagnoschiuma altamente nutrienti e protettivi che prevengono la disidratazione cutanea, shampoo che esaltano la morbidezza dei capelli, e acque di profumo dalle calde fragranze dei fiori di Tiarè.

Dai semi di una particolare Palma, l'elegante Elaeis guineensis, simile a quella del Cocco, si ottiene un olio vegetale molto pregiato, di un bel color giallo dorato e perciò definito "olio dorato di Palma".
Questo colore intenso è dovuto alla presenza significativa di carotenoidi (betacarotene, tocoferoli, tocotrienoli), che gli conferiscono proprietà altamente emollienti e soprattutto antiossidanti, ideali per proteggere la pelle dalla formazione dei radicali liberi (che, vi ricordo, aumenta con l'esposizione al sole!), responsabili principali del precoce invecchiamento cutaneo.

L'Opuntia streptacantha, conosciuto anche col nome generico di Nopal, è un Cactus che vive nel Messico in climi particolarmente aridi ed esposto a radiazioni solari terribilmente forti, che hanno prodotto notevoli trasformazioni biochimiche e strutturali come adattamento a queste condizioni estreme.
L'estratto di Opuntia sfrutta questi sistemi di difesa, ed è utilizzato nei prodotti solari pregiati ad azione anti-età, per creare una barriera di protezione contro le radiazioni solari, grazie alla presenza di flavonoidi che intrappolano i radicali liberi nocivi, generati dalle forti radiazioni UV.

Le creme solari definite acceleratrici di abbronzatura sono caratterizzate dal contenuto in Tirosina, un aminoacido non essenziale, definizione che indica che il nostro organismo è capace di sintetizzarlo.
Sappiamo che la formazione della melanina, il pigmento bruno presente nella pelle, è fortemente dipendente dall'attività della Tirosina, che si trova in concentrazioni basse nell'epidermide non direttamente esposta alla luce del sole. Attraverso l'applicazione cutanea di una crema contenente Tirosina, almeno una settimana prima dell'esposizione al sole, si accelera la biosintesi della melanina velocizzandone la maturazione: con l'irraggiamento solare la melanina neoformata risalirà più velocemente in superficie, accelerando effettivamente la formazione dell'abbronzatura in modo naturale. Al ritorno dalla vacanza poi è consigliabile ripetere le applicazioni della crema contenente Tirosina, per fissare e prolungare l'abbronzatura ottenuta.

Dal frutto dell'Avocado, la Persea gratissima, si estrae un olio dall'elevata funzionalità eudermica, prezioso per la sua frazione insaponificabile che protegge efficacemente la pelle ed i capelli dall'inaridimento.
L'Olio di Jojoba, che è una cera liquida, viene utilizzato per le sue spiccate proprietà filmogene, per prodotti resistenti all'acqua capaci di difendere la pelle dall'azione inaridente di vento e salsedine.

La Calendula è un'Asteracea di primario interesse in cosmesi naturale per il suo contenuto in flavonoidi, mucillagini e saponine dell'acido oleanolico, tutte sostanze particolarmente attive per un'azione lenitiva, antiarrossante ed emolliente.

CacaoDai semi del Theobroma cacao, albero esotico dal quale si ricava il Cacao, viene estratto il Burro di Cacao, ricco di acido oleico, stearico e palmitico, e un'apprezzabile frazione in saponificabile: è il burro più apprezzato e utilizzato per gli stick dedicati alle labbra, che lascia gradevolmente profumate e morbide.

Non possiamo non citare il Burro di Karitè, che si estrae dai semi di un albero africano, il Butyrospermum parkii, ricchissimo di sostanze grasse con una percentuale assai elevata (fino al 15%) di preziosi insaponificabili, sostanze cui abbiamo già accennato in precedenza.
Gli insaponificabili sono indispensabili e fondamentali per il miglioramento, la tonicità e soprattutto l'elasticità della pelle. Studi recenti hanno rivelato infatti che gli insaponificabili intervengono nel processo fisiologico di produzione dei fibroblasti, le cellule deputate alla formazione di collagene ed elastina, che contribuiscono a rendere la pelle turgida, soda ed elastica.
Il Burro di Karitè è ricchissimo anche di vitamine A, B, E, F, quindi nutre la pelle ed attenua i rossori della cute, rivelandosi un ottimo alleato per le pelli particolarmente delicate e secche, e per ridurre i danni di un'imprudente esposizione al sole.

Aloe veraA questo proposito dobbiamo citare anche l'Aloe vera (Aloe vera barbadensis), pianta entrata di prepotenza negli ultimi anni nel bagaglio di ogni fitoterapeuta, a testimonianza delle virtù straordinarie che il suo gel fogliare possiede, confermate da recenti studi che hanno individuato nell'Aloe vera 100 differenti principi attivi.
Definita dagli Indù "Guaritrice silenziosa", "Pianta dell'immortalità" dagli antichi Egizi, "Giglio del deserto per i Tuareg, ricercata da Alessandro Magno e prediletta da Cleopatra, considerata una forza segreta dal Mahatma Gandhi, l'Aloe è una pianta attorno alla cui fama sono sorte centinaia di leggende, ma è certo che il gel di Aloe possiede un'altissima capacità reidratante, lenitiva ed emolliente, una potente azione antinfiammatoria e antiarrossante, specie quando si sia ecceduto con l'esposizione al sole.

In chiusura di questa breve carrellata fra le sostanze vegetali che caratterizzano molti prodotti erboristici di qualità, vorrei infine accennare ad una pianta utilizzata dall'uomo per svariati usi fin dall'antichità: il Lino.
Gli uomini del neolitico ne utilizzavano le fibre per tessere stoffe, come fa ancora oggi l'uomo moderno. In un passato più recente l'olio di Lino era utilizzato come fissativo in pittura e per il trattamento del legno.
Oggi i semi di Lino e l'olio che da essi si ricava sono utilizzati anche come integratori a scopo salutistico, per le loro elevate capacità nutrizionali, ma anche in cosmetica l'olio di Lino occupa un posto d'onore, per il suo alto contenuto in acido linolenico, il capostipite degli acidi grassi essenziali Omega 3, che lo rendono adatto per trattare i capelli secchi, sfibrati, o danneggiati da tinture o permanenti.
Vi do appuntamento all'articolo di settembre, nel quale approfondiremo questo argomento, parlando diffusamente del Lino e di tutte le sue innumerevoli proprietà.

Dott.ssa Marina Multineddu

Il nostro assortimento di:
Prodotti Cosmetici
Prodotti solari

Condividi:


Indietro       Torna su