Consenso privacy
 
Home
|
Chi siamo
|
Prodotti
|
Informazioni
|
Biblioteca
|
Articoli
|
Erbario
|
Condizioni di vendita
|
Cestino
|
Cerca
|
Contatti
 
Dalla Newsletter del Febbraio 2009
Tutti i nostri articoli
Versione stampabile

L'OLIO DI ARGAN


Argania spinosaL'Argan, Argania spinosa, appartiene alla famiglia delle Sapotacee, che annovera numerosi generi di interesse non trascurabile e degni di essere ricordati per i prodotti che forniscono all'uomo, come il burro di Karitè, la sostanza chiamata dagli americani "chicle", che serve alla preparazione del "chewing gum", la guttaperca e, non ultimo per importanza, come vedremo, l'olio di Argan.
Argania è un piccolo genere che annovera una sola specie arborea propria del Marocco, l'Argania spinosa appunto; è una pianta sempreverde, spinosa nelle ramificazioni (da cui il nome della specie), ma capace di sviluppare tronchi assai grossi che forniscono legname particolarmente pregiato per la sua compattezza e durezza, commercialmente noto come uno dei tanti cosiddetti "legni di ferro".

L'Argan è conosciuto da secoli dalle popolazioni locali per l'olio che si estrae dai suoi semi, utilizzato principalmente per uso alimentare, per il suo gradevole sapore e per i suoi principi nutritivi di alto valore biologico, oltre che per le sue importanti proprietà cosmetiche e medicamentose, che si conseguono tramite l'uso di unguenti cicatrizzanti.

E' una pianta tipicamente adattata a climi molto caldi, a condizioni estreme di siccità e temperatura, e a suoli molto poveri. Nonostante ciò, la sua coltivazione è risultata molto difficoltosa fuori dal suo areale naturale di diffusione, e questo ne ha limitato fortemente l'espansione: l'Argania spinosa non è infatti presente in Europa, anche se in Italia vi è un esemplare unico, nell'antico orto botanico di Cagliari, che risale al 1866.

L'Argania spinosa è endemica del Marocco occidentale, dove l'albero è presente con un elevato numero di esemplari, pare circa 20.000, che caratterizzano fortemente il paesaggio di questa regione.
ArganLe capre sono ghiotte dei frutti di Argan, tanto che per cibarsene riescono ad arrampicarsi sugli alberi, e contribuiscono alla diffusione della pianta, poiché riescono a rosicchiare la parte carnosa del frutto, sputando il seme che così può germogliare. Questo insolito comportamento delle capre che si arrampicano sugli alberi di Argania, che possono raggiungere gli 8-10 metri, attrae la curiosità e l'attenzione dei turisti, che solitamente le immortalano in curiose fotografie.
Vegeta in zone confinanti col deserto e riveste grande importanza nell'ecosistema, poiché le sue profonde radici, che riescono ad arrivare anche a remote fonti di acqua, contribuiscono a consolidare il terreno e a prevenire i processi di desertificazione del territorio, operando come agente frenante dell'erosione.

I frutti di Argan sono drupe commestibili che assomigliano alle nostre olive; quando sono acerbi sono verdi, ma a maturazione assumono un caratteristico colore aranciato; dal nòcciolo, il cui guscio duro viene schiacciato a mano con un abile lavoro lungo e paziente, viene estratta la mandorla interna, proprio come si fa con le mandorle dolci; la resa è molto bassa e questo rende l'olio di Argan molto prezioso.
I semi, una volta tritati, forniscono una pasta che è miscelata con acqua tiepida per facilitare l'estrazione dell'olio e pressata per mezzo di piccole mole di pietra, probabilmente simili a quelle che in Sardegna ancora si possono trovare come ornamento nei giardini, vestigia degli antichi frantoi familiari che venivano utilizzati per la produzione dell'olio di Oliva, o di Lentischio quando non si aveva la fortuna di possedere gli Olivi.
La successiva pressatura manuale dell'impasto ottenuto causa lo sgocciolare lento dell'olio dalla pasta, da cui si ottiene finalmente il prodotto finito.
L'estrazione dell'olio dai semi avviene in modo artigianale principalmente da cooperative di donne, che hanno trovato in questa attività un'importante fonte di reddito, di indipendenza e di emancipazione.

L'olio che si estrae dai semi è utilizzato dalle popolazioni Berbere in cucina per il suo gusto saporito, che ricorda vagamente le nocciole.

Semi di Argan La composizione dell'olio di Argan è veramente interessante, poiché ha un altissimo contenuto di acidi grassi essenziali, che può superare anche l'80% dei lipidi totali; di questi, l'acido oleico raggiunge il 46%, l'acido linoleico il 34%.
L'olio di Argan contiene inoltre flavonoidi, tocoferoli (vitamina E), carotenoidi e xantofille, antiossidanti che gli conferiscono una elevata stabilità contro i processi ossidativi, giustificando la sua buona conservabilità e le sue importanti caratteristiche nutrizionali, soprattutto come protezione contro lo stress ossidativo.

Oggi la conoscenza delle proprietà dell'olio di Argan ne sta facendo diffondere più velocemente l'uso, specialmente quello cosmetico; è infatti utilizzato per la cura della pelle del viso, del corpo e dei capelli, per le sue eccezionali proprietà funzionali.
Si presenta come un olio molto fluido, dal colore giallo dorato, di facile e rapido assorbimento, che non lascia untuosità sulla pelle, la quale acquista subito setosità e morbidezza per l'azione idratante, garantendo anche un valido aiuto contro il rilassamento cutaneo.

L'olio di Argan è utile per prevenire e contrastare la senescenza della pelle del viso, del collo e del décolleté, del corpo; si può applicare sotto forma di crema, o anche puro sul viso come trattamento d'urto, preliminare all'uso dell'abituale crema; esso garantisce una spiccata azione anti-età, una valida protezione contro i radicali liberi, e, con la maggiore ossigenazione che stimola nelle cellule, dona vitalità e tono cutaneo, conferendo compattezza alla pelle.
Questo prezioso olio può essere utilizzato per il corpo, come nutriente ed idratante, anche per massaggi, contro il rilassamento della cute, come peeling se l'olio viene miscelato ai Sali del Mar Morto.

E' utile anche in caso di eczema, arrossamenti della pelle, labbra screpolate; l'olio di Argan aiuta il processo di rigenerazione dell'epidermide anche in caso di piccole ustioni.

Trovano giovamento dalle applicazioni di olio di Argan anche i capelli secchi, fini, sfibrati, privi di corpo e lucentezza; inoltre le unghie fragili si rinforzano se si effettuano impacchi di olio di Argan e Limone in ugual percentuale.

In conclusione, l'olio di Argan rappresenta una risorsa preziosa per la pelle ed i capelli, per il suo spiccato potere nutriente e la sua rara natura di dinamizzatore cutaneo, che assicura all'epidermide un continuo contributo anti-età.

Dott.ssa Marina Multineddu

Trovate il nostro assortimento di Prodotti all'olio di Argan nelle sezioni:
Prodotti Cosmetici
I profumi dell'Erboristeria
Prodotti per i capelli

Condividi:


Indietro       Torna su