Consenso privacy
 
Home
|
Chi siamo
|
Prodotti
|
Informazioni
|
Biblioteca
|
Articoli
|
Erbario
|
Condizioni di vendita
|
Cestino
|
Cerca
|
Contatti
 
Dalla Newsletter del Maggio 2012
Tutti i nostri articoli
Versione stampabile

LE ALGHE: PROPRIETÀ E BENEFICI
PER L'ALIMENTAZIONE, LA SALUTE, LA BELLEZZA


Alghe in fitoterapia e fitocosmesiLe alghe sono organismi vegetali autotrofi capaci di trasformare le sostanze inorganiche, presenti nell'ambiente in cui vivono, in sostanze organiche per produrre i principi nutritivi necessari alla loro vita, utilizzando l'energia della luce solare che, tramite la fotosintesi clorofilliana, è trasformata in energia chimica.
Il loro habitat è costituito dalle acque salate di mari e oceani, dalle acque dolci di laghi, fiumi, stagni e persino da piccole raccolte di acqua come le pozzanghere, che sono colonizzate da esseri viventi microscopici animali e vegetali, come appunto le alghe.
La classificazione delle alghe è molto complessa per via del grande numero di specie conosciute, oggi se ne contano circa 18.000, e per le forme e le dimensioni molto variabili, da organismi unicellulari microscopici, fino ad alcune specie marine gigantesche, che possono raggiungere anche notevoli lunghezze.

Le alghe unicellulari sono determinanti per l'economia del nostro pianeta, poiché fanno parte del fitoplancton, dal cui metabolismo è prodotto circa il 50% di tutto l'ossigeno fornito dai vegetali presenti sulla terra, e che inoltre riveste grande importanza come anello iniziale della catena alimentare dell'ambiente acquatico.
Le alghe pluricellulari vivono a diverse profondità e in funzione di ciò presentano colorazioni variabili: possiamo distinguere Alghe Verdi in cui la clorofilla è ben evidente, Alghe Rosse, in cui il verde della clorofilla è mascherato dalla contemporanea presenza di pigmenti rossi, Alghe Brune che presentano un colore verde scuro tendente al marrone, Alghe Azzurre contenenti pigmenti color blu-violaceo (anche se le moderne classificazioni le inseriscono fra i Cianobatteri, il termine Alghe Azzurre è ormai entrato nell'uso comune). La presenza dei pigmenti è funzionale alla lunghezza d'onda della luce presente alle profondità dell'habitat in cui ciascun gruppo vive, poiché i vari pigmenti variamente colorati sono capaci di captare la poca energia luminosa che giunge sott'acqua e trasferirla alla clorofilla, attivandola e rafforzandone l'azione fotosintetica.

Le alghe sono utilizzate dall'uomo da millenni: ancora oggi esse sono usate come concimi e fertilizzanti in agricoltura, come mangimi e integratori in zootecnia, come alimenti e integratori di alto valore nutritivo nell'alimentazione umana. Esse costituiscono fin da tempi antichissimi un alimento comune nella dieta di molti popoli, soprattutto orientali, come i Cinesi e i Giapponesi.
Il valore nutritivo delle alghe è dato dai suoi principali componenti: carboidrati, proteine, presenti mediamente intorno al 35%, talvolta fino al 70%, e inoltre acidi grassi Omega 3, antiossidanti, vitamine, fra cui betacarotene e vitamine del gruppo B, sali minerali e oligoelementi, di cui le alghe sono particolarmente ricche, come il ferro e lo iodio.
Quest'ultimo è particolarmente abbondante, per cui l'uso alimentare delle alghe è molto utile nella prevenzione delle patologie della tiroide, quando sia indicata un'integrazione di iodio; di contro, si deve tener conto della presenza di iodio nelle alghe quando vi sia già una patologia tiroidea conclamata, che richieda terapie farmacologiche specifiche, per evitare interferenze.

Dalle alghe si estraggono i ficocolloidi (dal greco phycos = alga, kolla = colla, eidòs = forma), polisaccaridi di natura mucillaginosa, gelatinosa e vischiosa, dotati di proprietà gelificanti, addensanti, emulsionanti, stabilizzanti, sfruttate in modo particolare nell'industria alimentare come additivi (carragenina, Agar agar, algina). I ficocolloidi hanno trovato negli ultimi anni notevoli applicazioni anche nel campo delle biotecnologie, in medicina, farmaceutica, dentistica, dietetica, cosmetica, in agricoltura e nella produzione di bio-carta.

WakameLe specie di alghe utilizzate nell'alimentazione sono numerose; le più conosciute e maggiormente adoperate, da alcuni anni reperibili anche nel nostro paese, sono le alghe Wakame, le Arame, le Kombu, le Nori, le Hijiki, nomi giapponesi che indicano alghe del genere Laminaria, tutte appartenenti alle Alghe Brune, giunte in Europa dai paesi orientali inizialmente come alimento tipico della cucina macrobiotica. Ciascuna è caratterizzata da distinte indicazioni salutari, per la ricchezza di principi nutritivi importantissimi, che le rendono un alimento prezioso che può diventare un vero integratore alimentare.

Dall'Alga Wakame, Undaria pinnatifida, si estrae la Fucoxantina, un pigmento accessorio alla clorofilla appartenente al gruppo dei carotenoidi, che aiuta l'organismo a utilizzare come "carburante", e quindi a "bruciarlo" più facilmente, il grasso bianco che si deposita nella fascia addominale, il più pericoloso per la salute perché facilita l'instaurarsi di malattie cardiovascolari e diabete senile.
La Fucoxantina è perciò particolarmente utile per ridurre la circonferenza del giro-vita, e, poiché non contiene iodio, è consentita anche a chi soffre di patologie tiroidee.

Fucus - alga brunaE' un'Alga Bruna anche il Fucus vesiculosus, o Quercia marina, molto ricca di iodio e perciò capace di accelerare il metabolismo, per la stimolazione che esercita sulla tiroide; da ciò deriva un'azione dimagrante, per cui la Quercia marina è utilizzata come coadiuvante nelle diete dimagranti, costituendo un valido aiuto per ridurre gli accumuli adiposi.
Proprio il notevole contenuto di iodio preclude l'utilizzo del Fucus a chi segue terapie farmacologiche per la ghiandola tiroidea, per le possibili interferenze.

Alcune alghe unicellulari, come la Spirulina e la Clorella trovano indicazione come utili integratori alimentari che forniscono, concentrati, numerosi elementi nutritivi indispensabili, costituendo un alimento fra i più completi e bilanciati esistenti in natura, utile per colmare eventuali carenze nutrizionali, adatto a tutti, e in particolare agli anziani, i convalescenti, gli anemici, gli sportivi.

SpirulinaLa Spirulina, Spirulina maxima, è un'alga verde-azzurra microscopica che vive nell'acqua salmastra dei laghi messicani, fatta a forma di spirale, da cui il nome, utilizzata come alimento di sopravvivenza già dalle antiche popolazioni Azteche; ancor oggi è largamente "coltivata" per ricavarne validi integratori per la salute dell'uomo, per le sue eccellenti proprietà nutritive.
Quest'alga unicellulare contiene un'alta percentuale di proteine di alto valore biologico, poiché comprende tutti gli aminoacidi, fra cui, in proporzioni ottimali, gli otto aminoacidi essenziali, quelli cioè che il nostro organismo non è capace di sintetizzare, per cui devono essere assunti necessariamente con l'alimentazione. Contiene inoltre numerose vitamine, in particolare del gruppo B e la provitamina A, moltissimi sali minerali e oligoelementi in forma altamente assimilabile, antiossidanti, acidi grassi essenziali linoleico e linolenico.
Nelle diete dimagranti costituisce un valido supporto ai regimi alimentari ipocalorici poiché, pur apportando pochissime calorie, fornisce quasi tutti gli elementi nutritivi, la cui assimilazione è rapida e completa, così da indurre velocemente il senso di sazietà e diminuire il desiderio di mangiare più del necessario; il suo contenuto in fenilalanina inoltre può favorire il fisiologico controllo della fame nervosa.
A differenza delle alghe che vivono in ambiente marino, la Spirulina non contiene iodio, quindi è indicata anche per chi soffre di patologie tiroidee, ed il suo uso è consentito anche in gravidanza, per evitare carenze nutrizionali.

ChlorellaLa Clorella, Chlorella pyroneidosa, è una microalga verde ricchissima di clorofilla, utile per purificare e disintossicare l'organismo; ha un elevato contenuto di vitamine, in particolare A e B, folati, minerali e oligoelementi (particolarmente ricca di ferro e zinco); è una buona fonte di proteine nobili, poiché comprende tutti gli aminoacidi essenziali.
La sua ricchezza in sostanze vitali ne fa un integratore utile per favorire i processi di rigenerazione dell'organismo, perciò è indicata in caso di indebolimento organico, debilitazione, invecchiamento, intenso sforzo fisico, nell'attività sportiva amatoriale, agonistica e professionistica. E' consigliata durante le diete dimagranti per evitare carenze nutrizionali e senso di indebolimento.

Alga Klamath L'alga Klamath è una microalga selvatica, l'Aphanizomenon flos aquae, appartenente alla famiglia delle microalghe verdi-azzurre, e rappresenta il cibo selvatico più ricco e nutriente tra tutti quelli conosciuti, con una dotazione completa di vitamine, minerali, proteine e aminoacidi, enzimi, pigmenti antiossidanti, acidi grassi essenziali, nella forma maggiormente biodisponibile e in una sinergia unica. Non è solo l'eccezionale profilo nutrizionale a conferire a queste microalghe evidenti proprietà nutriterapiche, toniche e energetiche, ma anche l'abbondante presenza in esse di specifiche molecole immunomodulanti e antinfiammatorie. L'elevata quantità di clorofilla dona alla Klamath proprietà depurative e protettive.
Le Klamath sono quindi un ottimo ricostituente per tutti i casi di debilitazione e stanchezza e nella riduzione energetica legata all'invecchiamento e allo stress. Eccellente integratore per i bambini in età pre-scolare e scolare, con problemi energetici e immunitari; ottimo coadiuvante per chi svolge attività ad elevato dispendio energetico e nervoso, ideale anche per sportivi e studenti.
L'alga Klamath può aiutare a migliorare il tono dell'umore, a ridurre lo stress, e a intervenire in maniera benefica nella depressione e sui disordini dell'attenzione. Anche se tali effetti sul sistema neurocerebrale possono in parte essere attribuiti all'eccezionale profilo nutrizionale di quest'alga, gli studi scientifici hanno mostrato che la Klamath contiene quantità significative di feniletilammina (PEA), una molecola cerebrale endogena direttamente responsabile per l'attivazione dei principali neurotrasmettitori, quali dopamina e adrenalina.

Alghe GuamDa diversi anni le alghe sono adoperate, per la peculiarità dei loro principi attivi, nella formulazione di prodotti cosmetici e fitoterapici, in particolare per l'Algoterapia e la Talassoterapia. In campo cosmetico, la loro ricchezza in sali minerali, fra cui lo iodio ad alte concentrazioni, le rende capaci di attivare i meccanismi fisiologici negli strati profondi dei tessuti, favorendo il drenaggio e il rassodamento dei tessuti, sono quindi particolarmente utili per combattere la cellulite e il rilassamento cutaneo.
La naturale salinità delle alghe agisce inoltre con un effetto osmotico che richiama acqua all'esterno dei tessuti, contrastando il ristagno di liquidi, la ritenzione idrica e la cellulite.

Particolarmente efficaci in tal senso sono i cosmetici formulati con le alghe raccolte nell'Oceano Pacifico al largo dell'isola di Guam, dove i "giacimenti" di particolari specie di alghe sono sfruttati, senza alterare il loro equilibrio, con metodi esclusivamente tradizionali che ne mantengano inalterate le proprietà.
Con le Alghe di Guam sono formulati fanghi, creme e gel anticellulite, capaci di contrastare efficacemente e velocemente gli inestetismi cutanei, con un'azione profonda esercitata sulle adiposità e sui noduli cellulitici che causano la cosiddetta "buccia d'arancia". L'azione del fango e degli altri cosmetici a base di Alghe di Guam è efficace su qualunque zona del corpo affetta da cellulite e adiposità, come cosce, glutei, fianchi, addome, caviglie, braccia.

Numerose specie di alghe sono utilizzate nella formulazione di prodotti per la cura dei capelli, della pelle e come anti-age, per le loro proprietà ristrutturanti, idratanti, protettive.

Dott.ssa Marina Multineddu

Trovate i nostri prodotti a base di Alghe nelle sezioni:
Prodotti dimagranti e per il controllo del peso
Prodotti anticellulite
Integratori naturali per gli sportivi
Integratori di vitamine, oligoelementi e sali minerali
Prodotti cosmetici
Tisane
Erbe officinali

Condividi:


Indietro       Torna su