Consenso privacy
 
Home
|
Chi siamo
|
Prodotti
|
Informazioni
|
Biblioteca
|
Articoli
|
Erbario
|
Condizioni di vendita
|
Cestino
|
Cerca
|
Contatti
 
Dalla Newsletter del Febbraio 2016
Tutti i nostri articoli
Versione stampabile

PROTEGGERE IL CUORE E L'APPARATO CARDIOVASCOLARE CON LA CORRETTA ALIMENTAZIONE E GLI INTEGRATORI NATURALI


Prevenzione disturbi cardiovascolariPossiamo descrivere in modo molto schematico l'apparato cardiovascolare, o apparato cardiocircolatorio, come un sistema chiuso costituito da una pompa muscolare, il cuore, dalla quale si diramano una serie di condotti, i vasi sanguigni, all'interno dei quali scorre il sangue, un fluido che viene pompato in tutto il corpo per portare a tutti i tessuti, o trasferire da un tessuto all'altro, gas respiratori (ossigeno e anidride carbonica), nutrienti, ormoni, cellule e molecole del sistema immunitario, calore, e prodotti di scarto che verranno eliminati mediante gli organi emuntori (polmoni, fegato, reni, intestino, pelle). Il sangue si muove sempre all'interno dei vasi sanguigni, senza venire mai a contatto con il liquido interstiziale, in cui sono immerse le cellule del corpo; infatti, gli scambi fra il sangue e il liquido interstiziale presente fra le cellule avviene attraverso le sottili pareti dei capillari, piccolissimi vasi sanguigni che sono in grado di filtrare selettivamente le sostanze che possono entrare o uscire attraverso le loro pareti. Queste funzioni sono fondamentali per consentire la comunicazione fra tutte le cellule di un organismo e garantirgli l'omeostasi, cioè il mantenimento dei valori normali di tutte le costanti fisiologiche.

E' intuitivo che la salute e la corretta funzionalità dell'apparato cardiocircolatorio siano determinanti per una buona condizione fisica generale dell'organismo. Per contribuire ad evitare le malattie a carico dell'apparato cardiovascolare è ormai noto che l'alimentazione gioca un ruolo determinante: è scientificamente dimostrato che fra i Paesi sviluppati del mondo occidentale la scorretta alimentazione è fra le principali cause di mortalità o di invalidità permanente. Una corretta nutrizione costituisce, infatti, specie se associata ad un'adeguata attività fisica, un indispensabile fattore di prevenzione di numerose condizioni patologiche. Un salutare stile di vita che eviti importanti fattori di rischio, come il fumo o l'alcool, associato a corrette scelte alimentari, può incidere considerevolmente nell'evitare o ridurre lo sviluppo di malattie a carico dell'apparato cardiocircolatorio, o malattie croniche come l'ipertensione, le malattie metaboliche correlate a valori alterati di colesterolo e trigliceridi, o della glicemia nel diabete di tipo 2, e inoltre l'obesità e il sovrappeso, e alcune forme di tumori.

Dieta MediterraneaQual è dunque l'alimentazione più sana che ciascuno dovrebbe seguire? Oggi la risposta è indubbia: la Dieta Mediterranea, cioè quel tipico modello nutrizionale diffuso fra i paesi che si affacciano sul Mediterraneo, basato sull'uso di alimenti tradizionalmente consumati in questi paesi, i cui benefici per la salute, ormai dimostrati, hanno indotto l'UNESCO a includere, nel 2010, la Dieta Mediterranea nella lista dei Patrimoni Culturali Immateriali dell'Umanità. Già negli anni '50 e '60 del 1900 gli studi scientifici del nutrizionista americano Ancel Keys hanno dimostrato che nelle aree geografiche che si affacciano sul Mediterraneo si aveva un'aspettativa di vita fra le più alte del mondo, mentre l'incidenza delle patologie a carico dell'apparato cardiovascolare era fra le più basse. Successivi studi hanno confermato che la Dieta Mediterranea è associabile ad una maggiore longevità poiché espone a minori rischi di contrarre malattie croniche metaboliche, cardiovascolari, e relative ad alcune forme di tumore, le cosiddette "malattie del benessere".

La Dieta Mediterranea prevede il consumo prevalente di cibi di origine vegetale come pasta, Riso, pane, Patate, cereali preferibilmente integrali, frutta, verdure, ortaggi, legumi, semi oleaginosi quali Mandorle, Noci, nocciole, pesce e carni bianche, latte e latticini, e infine, ma non ultimo come importanza, l'olio extravergine di Oliva come condimento e fonte di grassi: non è un caso infatti che la dieta Mediterranea sia tipica dell'areale in cui prevale la coltivazione dell'Olivo.
L'olio extravergine di Oliva è particolarmente ricco di preziose sostanze antiossidanti, come polifenoli, fitosteroli, tocoferoli, betacarotene, vitamine liposolubili, mentre gli acidi grassi più rappresentati sono l'acido oleico, monoinsaturo in quantità prevalente (oltre il 70%), l'acido linoleico, polinsaturo della famiglia degli Omega-6, l'acido alfa-linolenico, polinsaturo della famiglia degli Omega-3, che favoriscono la salute dell'apparato cardiovascolare.
Si raccomanda inoltre di svolgere un'attività fisica regolare, utilissima per favorire appropriati livelli di colesterolo, con riduzione del cosiddetto "colesterolo cattivo" o colesterolo LDL, e incremento di quello definito "buono" o colesterolo HDL, oltre ad una diminuzione, quando presente, del sovrappeso.

Piramide alimentarePer facilitare la scelta degli alimenti e conoscere la frequenza in cui essi devono essere consumati, si può osservare la cosiddetta "Piramide Alimentare".
In essa gli alimenti presenti alla base sono quelli da assumere quotidianamente, mentre risalendo verso l'alto troviamo gli alimenti che andrebbero consumati con frequenza settimanale, e infine all'apice quelli che devono essere consumati solo mensilmente, o comunque con minore frequenza.
Ovviamente è raccomandata la sobrietà nelle porzioni alimentari, tenendo presente che nell'uomo adulto sono consigliate in media 2500 calorie, di cui il 55-65% derivate da carboidrati, il 20-30% da lipidi, e solo il 10-15% da proteine.

Fra gli alimenti sono da privilegiare i cibi ricchi di antiossidanti come le vitamine A, C ed E, flavonoidi, polifenoli, antociani, licopene, betacarotene, luteina, che aiutano a ridurre l'azione deleteria dei radicali liberi sull'invecchiamento cellulare, migliorano la circolazione, favoriscono il benessere di cuore e arterie e proteggono la salute degli occhi.
Sono raccomandati in particolare la Melagrana, i Mirtilli neri, i frutti di bosco a bacca blu, viola, o rossa, per il loro elevato contenuto in flavonoidi, vitamine A, C, ed E, dalle proprietà antiossidanti anti-radicali liberi, oltre all'acido folico, che protegge dal rischio legato all'eccesso di omocisteina, una sostanza che, se presente in quantità superiori alla norma, aumenta notevolmente il rischio cardiovascolare.

MelagranaConsigliato un uso regolare di Pomodori rossi, ricchissimi di licopene, un carotenoide antiossidante particolarmente utile per contrastare l'invecchiamento cellulare, specifico in particolare per la salute della prostata (inclusa la salsa di Pomodoro e il concentrato, in quanto la cottura non distrugge il licopene), e inoltre Carote, Goji, Açai, Maqui, Papaya, Tè verde, Schisandra, potenti antiossidanti antinvecchiamento ricchi di antocianine, vitamine, oligoelementi, polisaccaridi ad attività tonico-adattogena adatta anche agli sportivi, che aiutano l'organismo ad aumentare la propria resistenza allo stress e alle malattie, e ad evitare un invecchiamento precoce. E ancora la Curcuma, contenente l'antiossidante curcumina che è in grado di attraversare la barriera emato-encefalica, contribuendo a mantenere una buona funzionalità cerebrale anche nella vecchiaia, oltre a sostenere una buona funzione epatica e digestiva; e inoltre l'Uva nera e il vino rosso, da consumare ovviamente in quantità moderata, che contengono l'antiossidante resveratrolo, che preserva la salute dell'apparato vascolare e sembra ridurre il tasso di mortalità da malattia coronarica (paradosso francese).

CacaoUna menzione particolare merita il Cacao, tal quale, per es. sotto forma di fave di cacao, o come cioccolato (preferibilmente fondente nero), oggi considerato un alimento funzionale in grado di produrre un'azione biologica positiva. Studi recenti hanno confermato infatti ciò che istintivamente i consumatori abituali di cioccolato, le donne in particolare, specie il tipo fondente nero ad alta percentuale di Cacao, avevano già intuito: il cioccolato è un alimento energetico dal forte impatto sugli stati d'animo, produce nell'organismo un senso di serenità, buonumore e leggera euforia, azioni che oggi sappiamo essere dovute alla presenza nel Cacao di triptofano, un neurotrasmettitore che viene trasformato dall'organismo in serotonina, una delle sostanze che maggiormente favoriscono la serenità e che, insieme al magnesio, anch'esso largamente presente nel Cacao, produce una sensazione di benessere e di tranquillità interiore, associata a buonumore e allegria. Queste proprietà possono aiutare a gestire in tutti gli individui i disturbi dell'umore, e in particolare nelle donne quelli derivati dalla sindrome premestruale, tramite un consumo regolare, anche se moderato, di cioccolato fondente, o meglio ancora di fave di Cacao intere e possibilmente biologiche, che risultano essere più ricche di triptofano e magnesio, oltre che meno caloriche.
Oggi conosciamo anche altre proprietà del Cacao, legate proprio alla salute dell'apparato cardiovascolare, in quanto esso è una ricca fonte di polifenoli e flavonoidi, come l'epigallocatechina, potenti antiossidanti che proteggono le cellule dall'ossidazione e dall'invecchiamento, contribuiscono a sostenere le funzioni cardiache, a prevenire l'incidenza delle malattie dell'apparato cardiocircolatorio, favorendo anche la fluidità del sangue, e aiutando a mantenere l'elasticità delle pareti arteriose: in definitiva aiutano a mantenere un buono stato di salute. C'è da sottolineare che il Cacao puro (es. le fave di Cacao) è ricchissimo di antiossidanti, il cioccolato fondente nero ne possiede una buona percentuale, mentre nel cioccolato al latte queste sostanze scarseggiano, e infine il cioccolato bianco (che in realtà non contiene Cacao) ne è totalmente privo; questi ultimi due alimenti sono invece molto ricchi di zuccheri e di grassi, non certo troppo utili per la salute, specie se consumati con dovizia.
Il Cacao puro contiene anche teobromina, dalle proprietà cardiotoniche, broncodilatatrici, vasodilatatrici e diuretiche, e inoltre una piccola percentuale di caffeina, circa il 20% rispetto a quella contenuta nel seme del Caffè, perciò difficilmente produce irritabilità e insonnia, ma comunque se ne deve tener conto se si è particolarmente sensibili agli effetti della caffeina, o se già si è portati all'insonnia, in modo da evitarne un consumo eccessivo, specie la sera, e, per il suo potere calorico, se si è in sovrappeso.
Il Cacao e il cioccolato sono sconsigliati ai soggetti sofferenti di ernia iatale, poiché causano una dilatazione del cardias, la valvola che collega l'esofago con lo stomaco al di sotto del diaframma (sfintere esofageo inferiore).

Semi di ChiaSe tuttavia per svariati motivi non si riesce ad osservare un'alimentazione sana e bilanciata che risponda alle moderne esigenze di salute, è possibile assumere validi integratori che forniscano quantità ottimali di nutrienti e micronutrienti, che colmino le eventuali carenze.
Ciò è ancora più vero in particolari periodi della vita, come nell'età infantile e nel periodo scolastico, in cui più vivace è la crescita dell'organismo, durante la gravidanza e l'allattamento, nei casi di attività lavorative o sportive molto intense, nelle giovani donne in età fertile, o nell'età avanzata, quando l'alimentazione è talvolta deficitaria non tanto in quantità, ma soprattutto in qualità.

Particolarmente utili risultano integratori, formulati specificamente per mantenere sotto controllo i valori eccessivi di colesterolo e trigliceridi, contenenti Riso rosso fermentato sul lievito Monascus purpureus, policosanoli, astaxantina, estratti di Carciofo, e inoltre acido folico (o vitamina B9), che mantiene adeguati livelli di omocisteina nel sangue, il cui eccesso, come abbiamo detto, causa danni vascolari anche più gravi rispetto al colesterolo LDL elevato; e ancora la vitamina K2, utile per impedire al calcio di depositarsi nelle pareti arteriose, proteggendole dall'indurimento.
Consigliate anche, quando se ne rilevi la necessità e come prevenzione, la lecitina di Soia, il resveratrolo, le alghe Klamath, e integrazioni di acidi grassi essenziali Omega-3 e Omega-6, sia di provenienza marina dal pesce azzurro, sia vegetale dall'olio di Lino, di Enotera, o di Canapa, e dai semi di Chia (Salvia hispanica).
Gli acidi grassi della serie Omega-3, importanti costituenti di tutte le membrane cellulari, assunti quotidianamente in quantità adeguata, contribuiscono a mantenere corretti livelli di trigliceridi nel sangue e a rallentare la formazione di placche aterosclerotiche, a conservare la fisiologica funzione cerebrale, al mantenimento della normale capacità visiva contrastando anche la secchezza oculare, alla funzione cardiaca, al mantenimento di un'adeguata idratazione cutanea aiutando a prevenire eczemi e dermatiti.

Funghi medicinali - MaitakeDa segnalare anche l'uso salutare dei funghi medicinali dell'antica Medicina Tradizionale Cinese e Giapponese, come lo Shiitake, il Cordyceps, il Maitake, l'Agaricus Blazei Murril (ABM), usati tradizionalmente, oltre che per aumentare le difese immunitarie dell'organismo, per mantenere adeguati livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue.

Ovviamente è necessario tenere sotto controllo anche la pressione arteriosa e , per la quale, se si notano squilibri con lieve ipertensione che non richiedano, a parere del medico, una terapia farmacologica, può giovare l'assunzione regolare quotidiana di Aglio, Olivo, Biancospino, dall'azione vasodilatatrice e ipotensiva, e il Ginkgo biloba, che esercita un'importante azione antiaggregante piastrinica e fluidificante del sangue (ovviamente se non si assumono già farmaci antiaggreganti e anticoagulanti, coi quali è incompatibile).

Dott.ssa Marina Multineddu

Trovate i nostri prodotti utili per la salute dell'apparato cardiovascolare nelle sezioni:
Acidi grassi Omega, integratori per colesterolo, trigliceridi, glicemia
Integratori per il controllo dell'ipertensione
Integratori antiossidanti
Alimenti naturali e biologici

Condividi:


Indietro       Torna su