Consenso privacy
 
Home
|
Chi siamo
|
Prodotti
|
Informazioni
|
Biblioteca
|
Articoli
|
Erbario
|
Condizioni di vendita
|
Cestino
|
Cerca
|
Contatti
 
Aglio

Aglio

La droga è costituita dal bulbo dell'Allium sativum L. (fam. Liliaceae), pianta bulbosa perenne, originaria dell'oriente (India o Asia centrale). L'Aglio è coltivato nel mondo intero soprattutto per uso culinario.
I bulbi si raccolgono in estate (luglio), quando la porzione aerea della pianta é completamente seccata.

Proprietà e Indicazioni
L'Aglio è Ipotensivo; antisettico del tubo gastroenterico; batteriostatico e battericida; diuretico eliminatore dell'acido urico; vermifugo; antisettico polmonare; espettorante e fluidificante dell'espettorato. La proprietá ipotensiva, per vasodilatazione delle arteriole e dei capillari, e quella antisettica sono quelle piú largamente provate sperimentalmente.
L'Aglio è quindi indicato nei casi di Ipertensione arteriosa; diarrea, dissenteria; parassiti intestinali (ascaridi, ossiuri, tenia); affezioni dell'apparato respiratorio. Bisogna evitare il riscaldamento dei preparati di aglio, perché questo determina la perdita dei principi attivi. Si usa preferibilmente in perle o capsule, dato il cattivo sapore dell'aglio crudo. Si raccomanda di seguire scrupolosamente i dosaggi prescritti dal produttore.

Precauzioni d'uso
I preparati a base di aglio non sono adatti ai soggetti affetti da dermatosi squamose, irritazioni allo stomaco o all'intestino, gastrite, ulcera, ernia iatale. L'attività antiaggregante piastrinica dell'Aglio ne inibisce l'uso medicinale a persone in trattamento con farmaci anticoagulanti, dei quali può potenziare l'azione, rendendo non più gestibile il dosaggio del farmaco stesso. Poiché allunga il tempo di coagulazione del sangue, è bene sospenderne l'uso alcuni giorni prima di un intervento chirurgico.
E' buona norma sospendere l'assunzione di Aglio anche durante la gravidanza e l'allattamento, perché altera il sapore del latte e provoca coliche ai neonati.
Aglio


Condividi: