Consenso privacy
 
Home
|
Chi siamo
|
Prodotti
|
Informazioni
|
Biblioteca
|
Articoli
|
Erbario
|
Condizioni di vendita
|
Cestino
|
Cerca
|
Contatti
 
Aloe arborescens

Aloe arborescens

L'Aloe arborescens è una pianta succulenta perenne appartenente alla famiglia delle Aloeaceae, che può raggiungere i 3-4 metri di altezza. Ha il suo habitat nelle regioni desertiche di Africa e America, ma oggi è presente anche in Europa; in Italia vegeta specialmente lungo le coste, in zone dove non vi siano gelate.
Utilizzata come pianta ornamentale nei giardini, si sviluppa producendo numerose ramificazioni e assumendo un aspetto cespuglioso, con foglie verdi succulente lunghe fino a 50 centimetri, dai margini dotati di numerose spine; produce infiorescenze a grappolo con fiori rossi.
Conosciuta già nell'antichità per le sue proprietà medicinali, lo stesso Cristoforo Colombo ne descrive ed esalta le sue proprietà curative.
L'Aloe Arborescens è imparentata con l'Aloe vera (Aloe barbadensis) appartenendo entrambe le piante allo stesso genere Aloe e alla famiglia delle Aloaceae, moderna e più specifica classificazione introdotta dal dott. Reynolds, al posto della precedente più ampia suddivisione di Liliaceae.
L'Aloe arborescens ha proprietà simili all'Aloe vera, con la differenza che presenta foglie più sottili, meno carnose e più povere d'acqua, con cuticola più spessa: da ciò deriva la presenza nel gel di una maggior concentrazione di principi attivi, fino a tre volte più che nell'Aloe vera, per cui il succo dell'Aloe arborescens risulta di maggiore qualità. La morfologia delle foglie rende inoltre la lavorazione più lunga e difficoltosa, poiché servono molte più foglie di Aloe arborescens per ottenere la stessa quantità di gel, rispetto all'Aloe vera.

Proprietà e Indicazioni
L'Aloe arborescens è assai ricca di vitamine, in particolare vitamina A, vitamine del gruppo B, vitamine C, D, E, minerali quali ferro, cromo, calcio, magnesio, manganese, potassio, rame, sodio, zinco, e inoltre aminoacidi, enzimi, acido acetilsalicilico, saponine utili in caso di infezioni batteriche, virali, fungine e da lieviti, inclusa la Candida albicans, e steroli, sostanze dotate di un forte potere antinfiammatorio naturale.
Similmente all'Aloe vera, ma con una maggior concentrazione di principi attivi, il succo di Aloe arborescens ha proprietà depurative, emollienti e lenitive per l'apparato gastrointestinale; è inoltre eupeptica, colagoga, cicatrizzante, riepitelizzante, e riequilibrante della flora batterica intestinale e del suo pH.
Indicata in caso di gastrite, ulcera, acidità di stomaco, alito cattivo, per la colite e il colon irritabile, le emorroidi, contrasta l'azione collaterale nociva dei farmaci sull'apparato digerente.
L'Aloe arborescens è inoltre antisettica, antinfiammatoria, analgesica, antiedemigena, allevia l'infiammazione e il dolore associati all'artrite e ai reumatismi; ha proprietà antiossidanti, immunomodulanti, immunostimolanti e citoprotettive, che la rendono consigliabile come terapia di supporto complementare nei pazienti affetti da tumore, poiché permette di sopportare meglio gli effetti collaterali spiacevoli delle terapie oncologiche convenzionali, come la chemioterapia e la radioterapia.
Solitamente in fitoterapia si utilizza solo il gel fogliare interno, senza la cuticola esterna che contiene l'aloina, un principio lassativo amaro dalle spiccate proprietà lassative e purgative.
Aloe arborescens


Condividi: