Consenso privacy
 
Home
|
Chi siamo
|
Prodotti
|
Informazioni
|
Biblioteca
|
Articoli
|
Erbario
|
Condizioni di vendita
|
Cestino
|
Cerca
|
Contatti
 
Fiordaliso

Fiordaliso

Il Fiordaliso, Centaurea cyanus, è una pianta erbacea annuale alta fino a 80 centimetri, appartenente alla famiglia delle Compositae (o Asteraceae). Cresce dalla regione mediterranea alla montana, nei luoghi erbosi e incolti, nei pendii soleggiati, ma si ritrova in prevalenza come infestante nei campi di grano, spesso insieme ai Papaveri, quando non siano stati utilizzati diserbanti, che ne stanno pregiudicando la diffusione.
Il Fiordaliso presenta un fusto esile con foglie sottili dotate di una lieve peluria (tomentose); i fiori composti, di colore azzurro intenso tipico, sono capolini solitari, i cui fiori periferici presentano un ampio vessillo che rende il fiore appariscente.
L'origine del nome Centaurea si ispira a motivi mitologici, poiché fa riferimento al Centauro Chirone (dal greco Kentaurion, derivante da kenta = pungere e auros = cavallo: i centauri erano personaggi mitologici metà uomo, metà cavallo), secondo la mitologia esperto di medicina e che aveva curato le sue ferite con questo fiore.
Il nome di genere cyanus è in relazione al colore del Fiordaliso, e deriva dal greco kyanos = azzurro, mentre il nome Fiordaliso potrebbe derivare per assonanza dal francese "fleur de lys" che in realtà significa "fiore del giglio", che era il fiore dei Borbone, regnanti di Francia, mentre invece il vero Fiordaliso era il fiore simbolo degli imperatori tedeschi Hohenzollern.

Proprietà e Indicazioni
La droga, cioè la parte di pianta dotata di principi attivi officinali, è rappresentata dai fiori, che contengono antociani, flavonoidi e tannini, dalle proprietà decongestionanti, antinfiammatorie e astringenti, utilizzate specificamente per contrastare le infiammazioni oculari: si utilizza l'acqua distillata o l'infuso per effettuare impacchi, lavande oculari e colliri per le infiammazioni a carico della congiuntiva.
In cosmetica, si confezionano anche acque palpebrali, lozioni struccanti, e tonici per pelli delicate; l'infuso dei fiori può essere adoperato per detergere e rinfrescare parti delicate della pelle e delle mucose.
L'uso interno è desueto, anche se i fiori possono essere aggiunti alle tisane per conferire una nota piacevole di colore all'infusione.
Fiordaliso


Condividi: