Consenso privacy
 
Home
|
Chi siamo
|
Prodotti
|
Informazioni
|
Biblioteca
|
Articoli
|
Erbario
|
Condizioni di vendita
|
Cestino
|
Cerca
|
Contatti
 
Jojoba

Jojoba

La Jojoba, Simmondsia chinensis, sinonimo di Simmondsia californica e di Buxus chinensis, è un arbusto sempreverde originario delle zone desertiche della California e del Messico, unica specie del genere Simmondsia, appartenente alla famiglia delle Simmondsiaceae. La Jojoba non proviene dalla Cina, come potrebbe far pensare il nome chinensis, poiché esso le fu attribuito erroneamente.
Le dimensioni del frutice possono variare in relazione alle condizioni ambientali, da 80 cm nei terreni aridi e pietrosi, fino a 6-8 metri nei terreni ricchi e profondi, ma solitamente la Jojoba è un cespuglio rotondeggiante di circa 2 metri.
E' una pianta molto longeva, che può vivere anche 200 anni. Sopporta bene la siccità e le enormi fluttuazioni termiche fra il giorno e la notte, anche di 30-40 gradi, delle zone desertiche in cui vive: le foglie, di colore grigio-verde-azzurrino sono coriacee e ricoperte da una patina cerosa impermeabilizzante e isolante.
Le piante sono dioiche, portano quindi i fiori maschili e quelli femminili su individui diversi. Il frutto costituisce la parte officinale della pianta: è simile ad una arachide e contiene dal 44 al 64% di una cera liquida, la cera di Jojoba, detta comunemente olio di Jojoba. Esso è simile, come struttura chimica, allo spermaceti, una sostanza che, quando era consentita la caccia ai cetacei, si estraeva dall'accumulo di grasso presente nella sommità del capo del Capodoglio.
L'uso officinale della Jojoba nelle popolazioni autoctone del Nord America sembra risalire a tempi antichissimi; gli indiani che popolavano il deserto di Sonora e le regioni meridionali del Messico e dell'Arizona la utilizzavano sia come fonte di cibo nei periodi di siccità, sia per le virtù medicinali del seme, da cui ricavavano un unguento che adoperavano per risanare le ferite e le scottature della pelle, come cosmetico curativo per il cuoio capelluto e per la bellezza dei capelli, nonché per massaggiare il corpo.

Proprietà e Indicazioni
L'olio di Jojoba ha una struttura chimica lineare non ramificata che favorisce la sua penetrazione attraverso la cute e i follicoli sebacei, permettendo un veloce assorbimento da parte della pelle e un completo amalgama col sebo cutaneo naturale, al quale è molto simile, a differenza degli altri oli, vegetali, animali, o minerali, le cui molecole ramificate e voluminose hanno maggiori difficoltà a superare la barriera cutanea.
Ha un'elevata affinità con l'epidermide, non contiene glicerina, non è comedogenico (non favorisce la formazione dei cosiddetti punti neri), è resistente all'ossidazione per il suo alto contenuto in tocoferoli antiossidanti, e quindi costituisce l'optimum dal punto di vista cosmetico.
L'olio di Jojoba contribuisce a mantenere l'idratazione cutanea, è un ottimo emolliente della pelle, che viene nutrita, levigata, ammorbidita, evitandone la secchezza e l'aridità.
Esso entra nella formulazione di moltissimi preparati cosmetici per la cura e la bellezza della persona, sia della pelle sia dei capelli. E' spesso presente in creme per il viso e il corpo, oli da bagno e da massaggio, particolarmente adatti alle pelli secche e aride che, per la loro sottigliezza, sono più soggette alla formazione di rughe; è utilizzato negli stick nutrienti ed antirughe per il contorno-occhi e per le labbra che tendono a screpolarsi; componente attivo in unguenti protettivi per evitare irritazioni e arrossamenti delle pieghe cutanee, specialmente degli anziani e dei bambini. L'olio di Jojoba è utilizzato nella formulazione di shampoo e balsami nutrienti e districanti, di oli condizionanti, lucidanti ed emollienti, che formano un film lipidico protettivo che abbellisce la capigliatura e la protegge dagli agenti atmosferici, specialmente il sole e la salsedine.
L'olio di Jojoba è un ingrediente particolarmente indicato per la formulazione di prodotti per la protezione solare, poiché è stabile alle alte temperature, ai raggi UV e all'ossidazione.
Il seme della Jojoba era utilizzato anticamente come alimento di sopravvivenza, mentre l'olio ricavato dal seme è indigeribile e manifesta spiacevoli effetti lassativi.
Jojoba


Condividi: