Consenso privacy
 
Home
|
Chi siamo
|
Prodotti
|
Informazioni
|
Biblioteca
|
Articoli
|
Erbario
|
Condizioni di vendita
|
Cestino
|
Cerca
|
Contatti
 
Neem (Azadirachta indica)

Neem (Azadirachta indica)

L'Azadirachta indica, sinonimo di Antelaea azadirachta e Melia azadirachta, è una pianta arborea appartenente alla famiglia della Meliaceae, originaria dell'India e della Birmania, il cui genere annovera solo tre specie.
L'Azadirachta indica è un albero imponente che raggiunge i 30 metri di altezza, richiede poche cure e vegeta bene anche su terreni poveri. Raramente perde le foglie, per cui fornisce molta ombra, e infatti è spesso coltivato in Africa per ombreggiare il deserto e limitarne l'espansione verso sud. Nelle isole Mauritius e in Arabia Saudita, è coltivato a scopo ornamentale e come albero da ombra, oltre che per il legname.
Nella lingua hindi, questa pianta è conosciuta col nome Nim o Neem e gli Indiani l'hanno utilizzata per secoli per le sue proprietà medicinali, tanto che essa era chiamata "la farmacia del villaggio".

Proprietà e Indicazioni
L'Azadirachta indica era utilizzata tradizionalmente nei paesi di origine per curare le infezioni, il dolore e la febbre, per purificare la pelle seborroica e risolverne le infiammazioni e le infezioni, per pulire e disinfettare i denti mediante sfregamento con i suoi rametti. Era usanza masticarne qualche foglia come depurativo, bere l'infuso come tonico anche a scopo di prevenzione, e utilizzare il succo delle foglie per l'uso esterno dermatologico. Le foglie di Neem erano usate in India anche per allontanare gli insetti, mettendone alcune negli armadi, fra le pagine dei libri, nei letti, nei contenitori e nelle dispense.
Dai semi dell'Azadirachta indica si estrae un olio, chiamato olio di Neem, a cui si attribuiscono la maggior parte delle proprietà officinali.
Non vi sono ancora studi sufficienti riguardo l'uso interno del Neem, anche se appare già evidente che questa pianta ha notevoli potenzialità; recenti ricerche hanno comunque confermato le azioni antinfiammatoria, antisettica e antiseborroica, utili come coadiuvanti per contrastare l'acne e la pelle impura, purificarne e ridurne l'eccessiva secrezione sebacea.
Ultimamente, l'Azadirachta indica ha destato notevole interesse per la sua azione antiparassitaria, dovuta alla sostanza chiamata salannina, che ha una forte azione repellente verso molti insetti che pungono l'uomo e che attaccano le piante coltivate, e che confermerebbe l'uso empirico che se ne fa in India. L'azione antiparassitaria, che risiede soprattutto nell'olio di Neem, può essere utilizzata in agricoltura per produrre un pesticida non tossico, da utilizzare per combattere gli insetti nocivi, specialmente in agricoltura biologica. L'azione dell'estratto di Neem non uccide direttamente i parassiti, ma ne altera il metabolismo e i processi vitali, per cui interferisce con la nutrizione, la riproduzione e la metamorfosi. Il Neem sarebbe attivo su circa 200 specie fra insetti, acari, vermi, funghi e virus.
Neem (Azadirachta indica)


Condividi: