Consenso privacy
 
Home
|
Chi siamo
|
Prodotti
|
Informazioni
|
Biblioteca
|
Articoli
|
Erbario
|
Condizioni di vendita
|
Cestino
|
Cerca
|
Contatti
 
Spirea (Olmaria)

Spirea (Olmaria)

La droga è costituita dalle sommità fiorite (e rizoma) di Filipendula ulmaria (L.) Maxim. (fam. Rosaceae), (nota come Olmaria, Spiraea ulmaria o Regina dei prati), pianta erbacea perenne di luoghi umidi e freschi, cresce in Europa, ma è assente nelle zone mediterranee. Già conosciuta dai botanici medievali, solo nel Rinascimento furono scoperte le sue proprietà medicinali. Studi più recenti rivelarono nella pianta la presenza di composti salicilici, benefici per i dolori articolari.
Le sommità fiorite della Spirea si raccolgono prima che sfioriscano, in giugno-agosto; vanno essiccate rapidamente in luogo aerato e si conservano in contenitori di vetro o porcellana. Il rizoma si raccoglie in settembre-ottobre e si fa essiccare al sole; si conserva in sacchetti di tela o carta.

Proprietà e Indicazioni
La Spirea ha proprietà diuretiche, è un potente eliminatore degli acidi urici, dell'urea e dei cloruri, è antireumatica, antinfiammatoria, antigottosa; sudorifera e febbrifuga.
È quindi indicata per febbre, reumatismi, ritenzione idrica, gotta, cellulite.
È dal nome latino di questa droga, Spiraeae, che deriva il nome di Aspirina. Ecco perchè l'Olmaria è considerata, giustamente, il "salicilato vegetale".

Precauzioni d'uso
L'uso è sconsigliato durante la gravidanza e l'allattamento.
Spirea (Olmaria)


Condividi: