Consenso privacy
 
Home
|
Chi siamo
|
Prodotti
|
Informazioni
|
Biblioteca
|
Articoli
|
Erbario
|
Condizioni di vendita
|
Cestino
|
Cerca
|
Contatti
 

PUREFY




PUREFY


Marca: Bio Key

Confezione: 30 compresse
Prezzo: 33.10  € 29.79
Offerta: sconto 10%
Aggiungi al "Cestino degli acquisti" Aggiungi al cestino

Purefy è un integratore alimentare a rilascio controllato formulato per favorire la detossificazione e i processi depurativi epatici e la captazione delle sostanze tossiche nel sangue, a base di Silimarina e Silibina fitosoma derivate da Cardo mariano, Acido Tioctico (Acido Alfa-Lipoico - ALA), Glutatione, N-Acetil Cisteina, Inositolo, Fosfatidilcolina. La forma fitosomiale permette di migliorare la biodisponibilità dei principi attivi. L'azione combinata degli elementi contenuti in Purefy può essere utile nel favorire la neutralizzazione, l'eliminazione e la purificazione del fegato dalle tossine accumulate a causa di un eccessivo consumo di alcool, cibi ricchi in grassi saturi, trattamenti di medio o lungo termine con farmaci, conservanti, coloranti, pesticidi, metalli pesanti, tabacco, diete drastiche e non bilanciate, come pure dalle cause endogene, come epatopatie metaboliche e infettive (epatite A, B e C); facilitare la protezione del fegato dallo stress ossidativo e radicali liberi, contribuendo alla protezione dalle patologie degenerative epatiche, grazie ad una favorevole e fisiologica azione antiossidante, soprattutto in presenza di insulino-resistenza e diabete, dislipidemie, sovrappeso, sindrome metabolica e alimentazione sregolata; rigenerare gli epatociti, contrastare i processi infiammatori e necrotici, per esempio causati da cirrosi e fibrosi epatica. Contribuisce al ripristino delle funzioni dell'epatocita. Può contribuire inoltre a regolare l'attività metabolica epatica, la produzione di colesterolo e lipidi circolanti sempre prodotti dal fegato.
La Silimarina è un complesso di flavonolignani, presente nel Cardo mariano, costituito soprattutto da tre sostanze: la Silibina (detta anche silibinina), la Silicristina e la Silidianina, dall'azione antiossidante, depurativa, epatoprotettiva e in grado di favorire la rigenerazione degli epatociti. I meccanismi di azione sono riconducibili soprattutto alla sua capacità di aumentare la sintesi delle proteine epatiche e di inibire quella dei mediatori infiammatori e dei radicali liberi; è utilizzata con successo come coadiuvante nel trattamento delle epatiti, delle cirrosi croniche, delle intossicazioni epatiche ed in caso di avvelenamento da Amanita phalloides. In particolare la Silibina, veicolata in una nuova forma (fitosoma) al fine di favorirne la biodisponibilità, ha un'azione anti-steatosica e antinfiammatoria.
L'acido alfa lipoico (ALA), anche chiamato acido lipoico o acido tioctico, è un acido grasso che si trova naturalmente all'interno di ogni cellula nel corpo, coinvolto in numerose funzioni biochimiche: è tra i piu potenti antiossidanti naturali per proteggere il corpo dai radicali liberi e dall'invecchiamento. I radicali liberi sono pericolose sostanze di rifiuto che vengono fisiologicamente prodotte dal nostro organismo a seguito di varie reazioni, tra cui quelle che trasformano il cibo in energia per le cellule; si tratta di molecole in grado di causare danni a cellule, tessuti e organi e l'acido lipoico è una delle sostanze in grado di renderle inoffensive. E' una sostanza naturale capace di favorire la protezione e la rigenerazione delle vitamine C ed E e ha dimostrato di essere in grado di proteggere non solo la pelle dall'invecchiamento fisiologico, ma anche la vista e molti tessuti dai danni prodotti da una glicemia elevata in caso di diabete. Una recente ricerca ha confermato la capacità dell'acido lipoico di proteggere il fegato dalla steatosi epatica, il pericoloso accumulo di grassi nel fegato causato non tanto da un'alimentazione ricca di grassi, ma da un eccesso di zuccheri alimentari: l'acido lipoico può rappresentare un'utile strategia per conservare una buona funzionalità epatica e prevenire la sindrome metabolica e la degenerazione del fegato.
Il Glutatione o GSH è un tripeptide naturale, ossia una sostanza costituita da tre amminoacidi, acido glutammico, cisteina e glicina. Questa particolare composizione chimica conferisce al Glutatione una spiccata attività antiossidante, proteggendo le proteine e gli altri composti ossidabili dall'azione deleteria dei radicali liberi. Al glutatione sono attribuite anche attività detossificanti, immunomodulanti e citoprotettive. Presente nell'organismo in forma ubiquitaria, il glutatione è particolarmente concentrato a livello epatico, dove protegge gli epatociti da molecole particolarmente tossiche di origine esogena o endogena (generatesi durante il metabolismo di alcuni xenobiotici, come certi farmaci). Un'eccessiva concentrazione di sostanze tossiche a livello epatico può quindi depauperare i livelli tissutali di Glutatione, determinando grave danno al fegato.
La N-Acetil Cisteina, classicamente definita NAC, è il derivato N-Acetile del più comune aminoacido L-Cisteina. noto soprattutto per le spiccate proprietà antiossidanti. All'interno della cellula l'N-Acetil Cisteina si rende disponibile come L-cisteina, un aminoacido indispensabile alla formazione di Glutatione: protegge quindi il fegato mantenendo i livelli di Glutatione e aumentando il metabolismo ossidativo. Essendo un precursore del Glutatione, rappresenta un substrato alternativo per la detossificazione di molti agenti lesivi che agiscono depauperando il Glutatione dalle cellule.
L'Inositolo, o vitamina B7, stimola la produzione di lecitina, sostanza che compie un'azione di pulizia delle pareti interne delle arterie. Per questo alla vitamina B7 è riconosciuta l'importante capacità di ridurre il colesterolo nel sangue; impedisce inoltre che a livello di fegato ci siano troppi depositi di grassi e aiuta il cervello a vincere gli stati depressivi e caratterizzati da eccessivo stress fisico e psichico. Avere il fegato grasso può essere, infatti, pericoloso perchè i grassi accumulati nel fegato possono bloccare il metabolismo, aumentando così la massa grassa con conseguenti problemi renali, colesterolo alto, aterosclerosi, problemi di memoria.
La Fosfatidilcolina è un fosfolipide costituito da acidi grassi, glicerolo e colina, un precursore dell'acetilcolina; essa è abbondantemente presente in natura: ne sono ricchi la lecitina di Soia, il tuorlo d'uovo e il fegato. La Fosfatidilcolina sembra essere un ottimo agente epatoprotettore: tale attività sarebbe da ricondurre sia alla capacità di fornire adeguate quantità di colina, nota per la sua attività antiossidante, sia ad una diretta azione epatoprotettiva dei fosfolipidi. E' consigliata per il trattamento delle ipercolesterolemie e delle ipertrigliceridemie, nella protezione dei danni ossidativi a carico delle cellule e nel miglioramento della funzionalità epatica, proteggendo il fegato da numerose condizioni patologiche, sia acute, come le epatiti, sia croniche, come la fibrosi.
Purefy è formulato in compresse gastroresistenti a rilascio prolungato degli elementi attivi.
Gli ingredienti del prodotto non costituiscono fonte di glutine.

Modalità d'uso: assumere 1-2 compresse al giorno, in funzione della necessità, preferibilmente la sera, 2 ore dopo il pasto, con abondante acqua. Assumere lontano (2 ore) dai farmaci di qualsiasi genere.
Condividi:
Questo prodotto è presente nelle sezioni:
Prodotti depurativi e disintossicanti
Visualizza tutti i prodotti
Bio Key

Le informazioni presenti su questo sito non devono essere interpretate come consulenza medica e non intendono sostituire le prescrizioni mediche.
I prodotti erboristici non possono essere intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e devono essere utilizzati nell'ambito di uno stile di vita sano. Poichè non si tratta di farmaci, i risultati non sono garantiti e possono variare da persona a persona.
Indietro       Torna su