Consenso privacy
 
Home
|
Chi siamo
|
Prodotti
|
Informazioni
|
Biblioteca
|
Articoli
|
Erbario
|
Condizioni di vendita
|
Cestino
|
Cerca
|
Contatti
 
Psillio

Psillio

La droga è costituita dai semi di Plantago psillium L. (Plantaginaceae), pianta erbacea annuale con fusto alto fino a 30-40 centimetri. In Italia cresce nella zona mediterranea, nei luoghi erbosi, nei prati, nei pascoli e località arenose. Il nome deriva dal greco "psylla", pulce, per l'aspetto dei semi.
I semi si raccolgono a maturità completa del frutto, in luglio-agosto, recidendo le piantine e facendone dei mazzetti, che si fanno essiccare all'ombra; poi si battono per separarne i semi. Si conservano in luoghi molto asciutti, in recipienti di vetro o porcellana, perchè la droga assorbe con facilità l'umidità circostante.

Proprietà e Indicazioni
Lo Psillio è emolliente e lassativo meccanico. I semi, infatti, se immersi in acqua, si rigonfiano per le proprietà idrofile delle mucillagini in essi contenuti, stimolando la peristalsi a seguito dell'aumento del bolo fecale, senza irritare l'intestino e senza dare assuefazione.
L'uso è quindi indicato in caso di stipsi. Lo Psillio è indicato anche per i bambini e durante la gravidanza.

Precauzioni d'uso
Poiché le mucillagini, se assunte contemporaneamente a farmaci o ad integratori minerali o vitaminici, possono ridurne l'assorbimento, è bene aspettare almeno un'ora dopo la loro assunzione prima di ingerire i semi mucillaginosi, rispettando i dosaggi, che non devono essere mai eccessivi, per evitare squilibri idrici e salini.
Psillio


Condividi: